Stemma della bibliotecaBiblioteca Borgo Cavour

Pentagono con i cinque colori delle biblioteche
Tutte le
biblioteche
Quadrato blu e rosso Catalogo
on-line
Quadrato verde Catalogo
ragazzi
tvb.bibliotechetrevigiane.it
Portale Regionale
Pentagono con spicchi colorati in blu, rosso, verde, arancio, giallo News
quadrato colorato che rappresenta la biblioteca di borgo Cavour
quadrato colorato che rappresenta la sede di Città giardino
quadrato colorato che rappresenta la biblioteca dei ragazzi
quadrato colorato che rappresenta la sede di San Liberale
quadrato colorato che rappresenta la sede di Sant'Antonino
Home Storia
Main Menu
Home
FAQ
Informazioni
Servizi
Collezioni & Cataloghi
Storia

Storia  

Aperta al pubblico nel 1847, nella centralissima Piazza Maggiore – oggi dei Signori –, la Biblioteca Comunale costituisce da un secolo e mezzo il punto di riferimento privilegiato degli studi cittadini e la memoria storica della Marca Trevigiana.

Come complesso librario, veramente, la Biblioteca preesisteva a quella data: al 1769 risale infatti l’acquisizione della raccolta del canonico Giuseppe Bocchi, al 1810 quella della notevolissima collezione del canonico Giovan Battista Rossi, entrambe momentaneamente depositate presso la Biblioteca Capitolare. Ma solo con l’apertura di una propria sede l’Istituto poteva dirsi «a servigio degli studiosi e a decoro della Città», come auspicava il primo Regolamento; anche se ben presto i locali dovettero rivelarsi insufficienti, sia per il rapido incremento del patrimonio che per la forzata coabitazione con la Pinacoteca nata nel frattempo.

L’Amministrazione Comunale optò pertanto per una più confacente sede, individuandone il sito nel convento già dei Carmelitani Scalzi in Borgo Cavour e affidando il progetto di ristrutturazione all’ingegnere municipale Antonio Monterumici. La nuova Biblioteca venne inaugurata il 27 aprile 1879. L'atrio, arricchito dagli stemmi di famiglie trevigiane e non, e la superba sala dell’Ateneo, impreziosita dagli stalli lignei provenienti dalla chiesa della Madonna del Monte, assolvevano alle funzioni di palestra dell’alta cultura. La contiguità con il Liceo Canova, collocato al pianterreno dell’edificio, sottolineava infine l’osmosi – vivente nella persona dell’abate Luigi Bailo, docente e bibliotecario per oltre mezzo secolo (dal 1878 al 1932) –  tra insegnamento e memoria del passato.

Da allora la Biblioteca è cresciuta occupando ogni spazio disponibile (mentre intorno ai chiostri del complesso sorgeva e si articolava il Museo Civico), con crescente affanno a partire dagli anni Settanta del Novecento, tanto da indurre l’Amministrazione Comunale all’allestimento di un deposito librario esterno dove far confluire 150.000 volumi (1990), quindi alla creazione di una nuova sede nell’edificio già della GIL, cui delegare, opportunamente potenziandoli, parte dei servizi all’utenza (2005).

Ultimo aggiornamento 30 / 05 / 2006

Biblioteca di Borgo Cavour  0422 545342 / fax 0422 583066 info@bibliotecatreviso.it

Biblioteca di Città Giardino 'A. Zanzotto' 0422 410840 / fax 0422 549443 info@bibliotecatreviso.it

Biblioteca Ragazzi 'E. Demattè'  0422 658993  brat@bibliotecatreviso.it